Itinerario breve, da percorrere a piedi attraversando il cuore di Genova, rivisitando momenti fondamentali della vita di Giorgio Parodi: il primo ufficio, lo studio notarile dove fu firmato l’atto di fondazione della Moto Guzzi, il luogo in cui si schiantò con il suo velivolo e molti altri.

Il tutto percorrendo il centro di Genova lentamente, come solo a piedi si può fare, in un susseguirsi di storia, cultura, architettura e bellezze paesaggistiche da scoprire passo dopo passo

Si tratta di un anello di circa 7 chilometri che si possono percorrere a partire da una qualsiasi delle tappe che vi proponiamo, anche se noi vi consigliamo di partire da Piazza della Vittoria.

back to: GP, seguendo l'aquila -  I LUOGHI -  ITINERARIO 1 - Giorgio Parodi a Genova 

Descrizione dell’itinerario.

Iniziamo l’itinerario “Passeggiando con Giorgio Parodi” partendo da Piazza della Vittoria, comoda anche per parcheggiare un eventuale mezzo privato. Qui troverete uno degli uffici genovesi di GP, il Liceo Classico Statale Andrea D’Oria, dove ha studiato, e “Le Caravelle” che, tramite una bellissima scalinata, vi porteranno direttamente al Monumento a Giorgio Parodi in via Mura del Prato. 

Da qui, la bella passeggiata panoramica di Via delle Cappuccine porta a Via Vannucci tramite la quale si scende verso Corso Aurelio Saffi. Andando in direzione ponente e Superata Villa Croce (museo di arte contemporanea) si arriva in vista del tratto di strada in cui GP atterrò, in modo non proprio ortodosso, con il suo velivolo. Siamo poco prima dell’incrocio con Via Fiodor, un centinaio di metri prima di Via Rivoli dove si può vedere l’edificio di uno degli uffici genovesi del Parodi. Arrivati in cima alla via, la strada a sinistra (Via Alghero) porta a Piazza Carignano dove si trova la Chiesa di Nostra Assunta di Carignano, edificio religioso incompiuto noto a Genova come “Chiesa di Carignano” facente parte delle “chiese dei Rolli”.  Qui, il 13 gennaio del 1999 si sono celebrati i funerali di Fabrizio De Andrè.

Alle spalle della chiesa si trova Via Nino Bixio che conduce in Via Corsica. Qui si svolta a sinistra e, percorrendo l’ampio viale alberato, si raggiunge Corso Andrea Podestà dove, al civico 5, si trova l’edificio che fu sede dello studio notarile in cui, nel 1921, fu fondata la Moto Guzzi.

Appena superato il palazzo, la scalinata di Salita Salvatore Viale ci porta in Via XX Settembre. Da qui il percorso prosegue per Piazza De Ferrari, “la piazza” di Genova, sede della Regione Liguria, di Palazzo Ducale, del Teatro Carlo Felice. Si prosegue per Piazza Matteotti e Via San Lorenzo, sede della Cattedrale omonima, in un susseguirsi di palazzi, strade, vicoli che caratterizzano il centro storico di Genova. In fondo a Via San Lorenzo, si prende a destra in Piazza della Raibetta, via Frate Oliverio e, passando sotto i “Portici di Sottoripa”, si raggiunge Piazza Caricamento dove la Genova antica si svela e si racconta mostrando tutta la sua bellezza e incontrando la modernità del Porto Antico dell’architetto Renzo Piano.

Passo dopo passo si arriva in via Antonio Gramsci dove, al civico 3 si trovava il primo degli uffici dei Parodi, proprio a fianco a una delle porte della città, la Porta dei Vacca, da cui inizia via del Campo, resa celebre da De Andrè. Qui si assapora il vero centro storico genovese, fra negozi etnici e attività commerciali di ogni tipo che vi accompagneranno in Piazza di Fossatello sulla cui sinistra si trova Via Lomellini, con il celebre Oratorio. Attraversata la strada e raggiunta via Edilio Raggio si vede, sopra la Galleria Giuseppe Garibaldi, l’edificio che ha ospitato uno degli uffici di GP.

A questo punto l’itinerario ci porta nel cuore culturale e amministrativo del capoluogo ligure: Via Cairoli, con i suoi Palazzi, Piazza della Meridiana, Via Garibaldi - sede del Comune di Genova, di musei e di Palazzi dei Rolli - e Piazza delle Fontane Marose. Da qui, percorrendo Salita Santa Caterina, si raggiunge la parte sommitale di Via Roma che sfocia in Piazza Corvetto i cui i sottopassaggi conducono a Via Assarotti. Qui, al civico 7, ci fu un altro degli uffici genovesi di GP.

Tornando in Piazza Corvetto, si imbocca a sinistra Via Santi Giacomo e Filippo che prosegue diventando Via Serra; in fondo alla via, sulla destra, si trova il tratto carrabile di Via Galata da cui la prima traversa a sinistra porta in Via Varese dove si trova quanto resta della prima concessionaria Moto Guzzi a Genova.

Proseguendo a destra verso Piazza Verdi e via Fiume si raggiungerà Via Cadorna e Piazza della Vittoria, tornando al punto di partenza.


 

NOTA BENE 

Oggi molti di questi luoghi sono di proprietà privata e non accessibili. Si raccomanda pertanto, a chi volesse comunque recarvisi di persona, di osservare la massima discrezione e rispetto per i luoghi e le proprietà.